Cosa succede al tuo corpo quando digiuni?

Periodo di depurazione o pratica ascetica? Il digiuno avrebbe degli effetti positivi, ma è meglio non improvvisare

WhatsApp Share

Nei periodi di digiuno il sangue è meno impegnato nell'apparato digerente e quindi può andare in altre parti del corpo, un cambiamento che ha dei lati positivi per la circolazione e le funzioni del cuore.

Visto dai polmoni il digiuno accelera il processo di espulsione delle tossine.

Lo stomaco si pulisce e tutte le sostanze dannose vengono eliminate; lo stesso succede per l'intestino e grazie a questa purificazione il metabolismo è più efficiente.

Il digiuno può essere utile anche per i reni in quanto eliminano il sale e l'acqua in eccesso e questo stabilizza la pressione arteriosa.

Consideriamo queste indicazioni come uno spunto teorico perché poi bisogna aggiungere anche fattori come la fame e lo stress che potrebbero invece avere effetti negativi sull'organismo. Se vogliamo ridurre la nostra alimentazione o variare la dieta è sempre meglio prima confrontarci con un medico. Sicuramente gli effetti positivi del digiuno ci fanno capire che le abbuffate, al contrario, non fanno bene all'organismo. 

Ricordiamo che ci sono teorie che consigliano il digiuno anche per combattere Alzheimer, diabete di tipo 2, aterosclerosi e sclerosi multipla.

a.po 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy