Bambini e merenda estiva: cosa preferire?Frutta, gelati, yogurt... la merenda estiva dei bambini deve essere varia e genuina

Frutta, gelati, yogurt... la merenda estiva dei bambini deve essere varia e genuina

WhatsApp Share

 

Tra un pasto e l'altro, è fondamentale proporre ai piccoli di casa, una buona merenda: i piccoli faranno una pausa dai giochi, mangeranno qualcosa di sano ed eviteranno di arrivare a cena affamati. Ma attenzione, evitate le bombe caloriche. 'Se scelti con attenzione, concorrono ad equilibrare l'alimentazione dei ragazzi e vanno perciò considerati come una parte importante delle abitudini alimentari': possiamo dare da mangiare ai piccoli spuntini a base di frutta di stagione, yogurt, pane e olio, sorbetto e anche gelato (due volte a settimana). A dirlo sono pediatri della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS), che hanno messo a punto le regole per la corretta alimentazione nei mesi estivi.

 

'Un primo e fondamentale suggerimento è quello di suddividere l'apporto calorico giornaliero in 4-5 pasti: colazione più spuntino 20%, pranzo 40%, merenda 10%, cena 30%', spiega Elvira Verduci, Componente Consiglio Direttivo della Sipps.

Facciamo chiarezza. Quali gli alimenti che possono scegliere i genitori? Latte parzialmente scremato o yogurt naturale con l'aggiunta di frutta fresca per il corretto apporto di calcio; un panino al giorno, preferibilmente integrale, e cereali cotti al dente e di vario tipo, dal grano al farro, dal miglio alla quinoa all'amaranto. Frutta almeno due o tre volte al giorno e rigorosamente di stagione, ma kiwi, uva, banana, ananas, melone non andrebbero assunti più di 2-3 volte a settimana, mentre una volta a settimana l'anguria. La verdura va consumata due volte al giorno e di stagione, come pomodori zucchine e peperoni, ma non frullata o passata. Acqua al posto di bibite zuccherate, carni magre e pesce azzurro, legumi sempre associati ai cereali come piatto unico in alternativa al primo e secondo piatto. E attenzione: preferite la cottura in umido, al vapore, al forno, rispetto a frittura e bollitura.

gc