La colazione è davvero il pasto più importante della giornata?

Recenti studi dimostrano che mangiare la mattina presto non contribuisce a creare un'alimentazione giusta che faccia evitare l'aumento di peso

WhatsApp Share

Il messaggio che risuona sempre nella nostra testa è che non importa se si tratta di una merendina, di una tazza di cereali con lo yogurt, di un tramezzino, di una torta, del latte con i biscotti, perfino delle uova, quello che importa è fare colazione sempre. «La colazione è il pasto più importante della giornata!»: dicono tutti. Lo dicono le mamme, lo dice la televisione, lo dicono le ricerche – alcune delle quali suggeriscono addirittura che iniziare la giornata con un pasto nutriente aiuti a perdere peso.

Ma il fatto è che alcuni studi degli ultimi anni hanno iniziato ad affermare il contrario.

I ricercatori della Columbia University hanno condotto uno studio su tre gruppi di persone con abitudini alimentari diverse – un gruppo mangiava farina d'avena a colazione, un altro cereali, e l'ultimo era fatto da gente che digiunava. I risultati di questa ricerca hanno rivelato che le uniche persone che perdevano peso erano quelle obese che saltavano la colazione: un esito che fa molto riflettere sulle nostre credenze, facendole vacillare – ma che comunque non ci permette di poter dire che è saltando la colazione che si perde peso perché, come è ovvio, ci sono molte ragioni per cui la gente mette su dei chili.

Un altro studio ha esaminato più di 300 persone, dividendo i partecipanti in due gruppi – molto semplicemente uno ha mangiato la prima colazione e l'altro no. Nonostante le piccole differenze, la linea di fondo è stata che non c'era alcuna differenza significativa nella perdita di peso tra i mangiatori di colazione e quelli che la saltavano.

Insomma: il fatto non è solo che la colazione NON è il pasto più importante della giornata, non lo sono nemmeno il pranzo, la cena o la merenda. Credere che un pasto sia il fondamento del successo per creare uno stile alimentare sano è dannoso oltre che essere sbagliato.

Bisogna crearsi tempi e orari sulla base delle necessità del proprio organismo, capire quali sono i momenti in cui il nostro corpo ha bisogno di cibo. Tre pasti, sei pasti: non importa. 

La perdita di peso dipende da quante calorie si mangiano, dagli alimenti che si mangiano, dai  macronutrienti che si consumano (cioè il rapporto tra proteine, carboidrati e grassi) e dall'esercizio che si fa e questo è bene testarlo e impararlo sul proprio corpo.

Come si fa colazione in Germania, Australia o Brasile? Ecco come iniziano la giornata nei diversi paesi del mondo.