San Francisco contro le bibite gassate

La città californiana potrebbe essere la prima a inserire avvisi sulle bibite zuccherate

WhatsApp Share

I consiglieri comunali di San Francisco hanno votato a favore di una nuova misura che prevede l'obbligo di apporre un'etichetta, simile a quella che troviamo sulle sigarette, che avvisi il consumatore dei rischi derivanti dal consumo di bibite zuccherate. In realtà gli avvisi compariranno solo sulle pubblicità delle bibite e non sulle bibite stesse .

Il messaggio sarà questo: 'Bere bevande zuccherate favorisce l'obesità, il diabete e la salute dei denti. Questo è un messaggio del comune e della contea di San Francisco'.

Si calcola che l'impatto sulla salute delle bibite zuccherate superi i cinquanta milioni di dollari solo considerando i danni provocati da diabete e obesità.

La soglia per rientrare tra le bibite incriminate sono 25 calorie, ma il latte e alcune bevande naturali a base di frutta verranno escluse. L'avvertimento occuperà almeno il 20% dello spazio riservato alla pubblicità delle bevande che contengono zuccheri aggiunti.

La vicina città di Berkeley ha assunto misure ancora più severe nel contrasto alle bibite: l'anno  corso è entrata in vigore la 'soda tax', una tassa sulle bibite zuccherate; la città californiana è stata la prima negli Stati Uniti ad introdurla.

Ecco che succede se bevete 10 lattine di Coca Cola al giorno.

a.po