San Francisco contro le bibite gassate

La città californiana potrebbe essere la prima a inserire avvisi sulle bibite zuccherate

WhatsApp Share

I consiglieri comunali di San Francisco hanno votato a favore di una nuova misura che prevede l'obbligo di apporre un'etichetta, simile a quella che troviamo sulle sigarette, che avvisi il consumatore dei rischi derivanti dal consumo di bibite zuccherate. In realtà gli avvisi compariranno solo sulle pubblicità delle bibite e non sulle bibite stesse .

Il messaggio sarà questo: 'Bere bevande zuccherate favorisce l'obesità, il diabete e la salute dei denti. Questo è un messaggio del comune e della contea di San Francisco'.

Si calcola che l'impatto sulla salute delle bibite zuccherate superi i cinquanta milioni di dollari solo considerando i danni provocati da diabete e obesità.

La soglia per rientrare tra le bibite incriminate sono 25 calorie, ma il latte e alcune bevande naturali a base di frutta verranno escluse. L'avvertimento occuperà almeno il 20% dello spazio riservato alla pubblicità delle bevande che contengono zuccheri aggiunti.

La vicina città di Berkeley ha assunto misure ancora più severe nel contrasto alle bibite: l'anno  corso è entrata in vigore la 'soda tax', una tassa sulle bibite zuccherate; la città californiana è stata la prima negli Stati Uniti ad introdurla.

Ecco che succede se bevete 10 lattine di Coca Cola al giorno.

a.po

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy