Stop all'uso dell'etossichina come conservante della frutta

Arriva il fermo da parte dei Ministeri della Salute e dell'Ambiente sull'uso dell'etossichina come conservante della frutta

WhatsApp Share

Arriva il fermo da parte dei Ministeri della Salute e dell'Ambiente sull'uso dell'etossichina come conservante della frutta. La decisione è arrivata a seguito delle analisi e delle determinazioni formulate dall'Istituto Superiore di Sanità (Iss), che hanno 'escluso di poter consentire il ricorso all'uso eccezionale della molecola etossichina, già utilizzata per consentire la conservazione per lungo periodo della frutta'. 

Secondo quanto riporta una nota del Ministero dell'Ambiente sono state infatti 'sollevate rilevanti criticità relative al valore degli attuali residui rispetto al rischio per la salute degli utilizzatori e dei consumatori.' 

La sostanza è stata ufficialmente vietata in Europa nel 2011, ma sarebbe ancora presente in frutta di provenienza extraeuropea e anche in quella che arriva da alcuni stati Ue, come la Spagna. Vista la 'prioritaria necessità di garantire il massimo livello di sicurezza', i due dicasteri hanno ritenuto 'inammissibile concedere anche in via temporanea alcuna possibilità di uso in deroga.' Per maggiori informazioni è possibile consultare questo sito.

(ml)