Il pesce e' il vero protagonista delle tavole natalizie

Il pesce si conferma il principe della tavola a Natale e Capodanno. La spesa complessiva, calcolata sulla base di una famiglia tipo di quattro persone, sarà di circa 535 milioni di euro fra pesci, molluschi e crostacei sia di produzione nazionale che importati. E ’nonostante un aumento generalizzato dei prezzi nel periodo natalizio, tiene la spesa in prodotti ittici, sia per la cena della Vigilia che negli altri giorni di festa. Rispetto a un più generale incremento del costo del menù di Natale, stimato oltre il 3,5%, il pesce rimane infatti su un più contenuto 1,8%’. È quanto stima il Centro studi di Lega Pesca per le festività in arrivo.

Per quanto riguarda l’andamento dei prezzi, ’fra le specie maggiormente richieste, la spigola nazionale segna al Nord una diminuzione nel prezzo, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, del 25%, - rileva Lega Pesca - mentre al Centro-Sud registra un leggero incremento pari al 3%. Per quanto riguarda, invece, la vongola, insostituibile sulla tavola del Centro-Sud, si registra in quest’area un aumento intorno al 4%’.

Note positive per il comportamento dei consumatori: Lega Pesca segnala infatti ’una particolare oculatezza del consumatore nella spesa’, e suggerisce ’per un acquisto di qualità e di tutela degli aspetti igienico-sanitari, di guardare a quelle specie, come il pesce azzurro e i cosiddetti pesci poveri, che nel nostro mare abbondano e che, nonostante la loro bontà, registrano una leggera contrazione (-3%) rispetto allo scorso anno’. I consumatori quest’anno tenderanno a rivolgersi maggiormente alla grande distribuzione.

L’associazione ricorda ai consumatori di prestare attenzione a quello che acquistano: ’È necessario leggere sempre l’etichetta, che è obbligatoria per verificare la tracciabilità del prodotto, che deve riportare il nome commerciale della specie, il metodo di produzione, se di cattura o allevamento, la zona Fao di pesca o il Paese di provenienza. Inoltre, qualora fosse un prodotto allevato, se fresco o congelato’.