Il Tiramisù fit: la “coccola” proteica a cui è impossibile resistere

Scopriamo la versione "fit" del tiramisù: perfetto per gli sportivi e per chi deve evitare uova e mascarpone

WhatsApp Share

Tra i dolci più apprezzati in Italia, tra i dessert al cucchiaio più sperimentati e modificati dagli chef, c’è lui: il Tiramisù. Chi lo sa fare, assaggiandone un altro al ristorante, al primo boccone, esordisce spesso con: “è più buono il mio”. C’è poi chi lo fa come da tradizione, a base di savoiardi inzuppati nel caffè, con crema di mascarpone, uova e zucchero; chi lo fa alle fragole, più fresco ed estivo; chi per intolleranze varie senza uova o mascarpone; chi, invece, come noi di ecoseven.net, nella sua versione fit. Perché, come per il pancake o per il tortino proteico, anche la dieta dello sportivo deve includere delle “coccole”, per il palato e per l’umore.

Il Tiramisù fit è semplice, veloce e ottimo per una colazione proteica, uno spuntino o per concludere una cena, senza rinunce.
Ecco la ricetta. Per la base vi occorrono: fette biscottate integrali o dei biscotti di frumento integrale, a basso contenuto di grassi; caffè e dolcificante ipocalorico.

Per la crema, invece, 60 gr di albume, un vasetto di yogurt greco a basso contenuto di grassi, bianco o al caffè, qualche goccia di aroma a vostra scelta e cacao amaro.

Bagnate le fette o i biscotti nel caffè dolcificato e posizionatele in una piccola pirofila o su un piattino leggermente fondo. A parte, montare gli albumi a neve, aggiungendo, senza smontarli, lo yogurt greco e le gocce di aroma. La crema ottenuta dovrà risultare abbastanza spumosa. Spalmatela con una paletta alla base di fette o biscotti, creando un nuovo strato, finché la crema non finisce. Terminate con una spolverata di cacao amaro e lasciate in frigo per una notte. Facile, no?!

Flavia Dondolini