Francia: causa crisi, all'asta vino dell’Eliseo

Per risollevare l’economia della Francia il Presidente Hollande ha deciso di mettere in vendita alcune prestigiose bottiglie di vino dell’Eliseo

WhatsApp Share

 

Il vino dell’Eliseo è in vendita, a causa della crisi. Il presidente francese, Francois Hollande, per risollevare l’economia del Paese ha deciso di mettere all'asta un importante numero di bottiglie provenienti dalle cantine dell'Eliseo. La vendita, che si terrà a Parigi, all'Hotel Drouot, i prossimi 30 e 31 maggio, dovrebbe permettere al Presidente di Francia di fornire la cantina con vini più modesti e meno costosi e di destinare tutto il resto del ricavo alle casse dello Stato.

Tra i vini della cantina dell’Eliseo che il Presidente Hollande ha deciso di vendere si sono bottiglie pregiatissime come dei Petrus del 1990 stimati intorno ai 2.200 euro, ma anche Bordeaux, Bourgogne, vini della Loira, Cotes du Rhone, Alsace, Sud-Ouest e Champagne. In totale, andranno all'asta 12.000 tipi di vino. La selezione dei vini è stata fatta dalla giovane sommeliere dell'Eliseo, Virginie Routis.

La Francia non è nuova a queste decisioni. Nel 2006, anche il sindaco di Parigi, Bertrand Delanoe, aveva messo in vendita 5.000 bottiglie della cantina dell'Hotel de Ville, il municipio della capitale, vendute a peso d'oro, tra cui un Romanée-Conti del 1986, venduto per 5.000 euro.

(gc)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy