3 milioni di euro per risanare le risorse idriche in Africa

L’Europa finanzia, con 3 milioni di euro, il risanamento delle risorse idriche dell’Africa

WhatsApp Share

 

 

Acqua bene prezioso. Ed è per questo che va tutelato e garantito. Ovunque. È questo l’obiettivo principale del finanziamento europeo per quasi tre milioni di euro, deciso nell'ambito del Programma Horizon 2020, per il progetto di ricerca Flowered, che intende migliorare le risorse idriche potabili di una vasta area dell'Africa. Ad annunciarlo è l'Università di Siena, il cui Centro di Geotecnologie è partner del progetto insieme a 14 unità di ricerca istituzionali e società private italiane, spagnole, inglesi, tunisine, etiopi, keniote e tanzaniane.

‘Flowered è un progetto nell'ambito dell'idrogeologia e del trattamento delle acque sotterranee a fini idropotabili in tre aree della Rift Valley africana orientale, in Etiopia, Kenya e Tanzania. L'obiettivo generale è di contribuire allo sviluppo di un sistema di gestione sostenibile delle acque sotterranee caratterizzate da alti valori di fluoruri, naturalmente contaminanti suolo e cibo in quest'area dell'Africa, per migliorare ambiente, salute e sicurezza alimentare della popolazione. Flowered permetterà di studiare, testare e implementare tecnologie innovative di de-fluorizzazione dell'acqua sotterranea da destinare al consumo umano e irriguo principalmente nei piccoli villaggi rurali, per sviluppare un sistema di gestione delle risorse idriche e agricole integrato, sostenibile e partecipativo’, ha spiegato l'Università di Siena.

Il progetto ‘incentrato sul tecnologie e pratiche innovative e tenendo conto delle esperienze locali, implementerà un sistema di gestione delle acque e agricolo integrata e permetterà alle comunità locali di gestire consapevolmente le risorse idriche, utilizzando tecniche di de-fluorizzazione efficienti e l'applicazione di pratiche agricole sostenibili. Il progetto, attraverso il coinvolgimento delle Pmi rafforzerà i processi di cooperazione allo sviluppo innovativi dimostrativi, nonché nuove opportunità di mercato’.

GC