Acqua: etichette e nuove misure antispreco

Bruxelles per salvaguardare l'acqua e combattere lo spreco promuove nuove 'etichette' per i prodotti idraulici e nuove misure

WhatsApp Share

 

Acqua risorsa sempre più preziosa. Ed è per questo che l'Unione Europea intende fissare delle misure anti-spreco, puntando su docce e rubinetti efficienti. L'idea è quella di promuovere un'etichetta energetica per aiutare i consumatori a scegliere i prodotti migliori: 'Rubinetti e docce taglia-consumi idrici riducono molto i costi dell'acqua e del riscaldamento e si ripagano velocemente tramite bollette più magre', ha affermato Jack Hunter di European Environmental Bureau, l'associazione che riunisce 140 organizzazioni ambientaliste europee, fra cui Legambiente.

I nuovi prodotti potrebbero sfruttare l'efficienza del rompigetto o dei riduttori di flusso 'che hanno dimostrato di avere grandi potenzialità di risparmio - spiega Davide Sabbadin di Legambiente - sia per il sistema, che deve distribuire e depurare meno risorse idriche, sia per il consumo domestico, non solo in termini di uso di acqua ma di energia per riscaldarla, in estate e in inverno'. 'Secondo le stime ogni singolo riduttore di flusso per ciascun rubinetto risparmia circa 42 euro in 10 anni e si ripaga nel giro di un anno, un anno e mezzo', aggiunge Sabbadin. E per le docce, invece, si potrebbero 'inserire dei miscelatori termostatici, una tecnologia che consente di risparmiare su 10 anni circa 330 euro e si ripaga in un anno'.

 

L'idea non è certo cattiva, se si pensa che le nuove misure salva-acqua possano portare benefici fino a 1,2 miliardi di euro l'anno, considerando una media di consumo pro capite in Europa fra i 100 e i 200 litri al giorno.

gc