Stress idrico: il problema serio del futuro prossimo

Un mondo senza acqua? Un mondo in guerra. E il problema è reale e serio

WhatsApp Share

 

Che gran problema che sarà l'acqua nei prossimi anni: lo stress idrico continuerà a crescere. A dirlo è un rapporto del World Resources Institute (Wri), che ha misurato la domanda e la disponibilità di acqua in 167 Paesi. I risultati hanno mostrato che entro il 2040, 33 Stati dovranno confrontarsi con uno stress idrico 'estremamente alto'.

Qualcosa che non ci interessa? Non proprio, dal momento che ben 14 Paesi si trovano nell'area mediorientale, con gravi rischi sull'instabilità della zona. Per avere un'idea del problema, basta pensare al fatto che, come sostenuto dai ricercatori, la scarsità di acqua abbia probabilmente contribuito alle rivolte scoppiate in Siria e sfociate poi nella guerra civile. Il calo delle risorse idriche, spiegano gli autori del rapporto, è stato tra i fattori che hanno costretto 1,5 milioni di persone, in maggioranza agricoltori e pastori, a lasciare le loro terre per trasferirsi nelle aree urbane aumentando così la destabilizzazione generale del Paese.

 

Il problema dell'acqua e della sua quantità, non risparmierà nemmeno Cile, Estonia, Namibia e Botswana e le superpotenze globali come Usa, Cina e India. 

gc