L'esposizione della caccia grossa

L'amministrazione Trump rilascia più di tre dozzine di permessi per riportare dall'Africa negli Stati Uniti i trofei di caccia dei leoni uccisi

WhatsApp Share

Una richiesta fatta grazie al Freedom of Information Act (FOIA) ha rivelato che il governo degli Stati Uniti ha emesso più di tre dozzine di permessi che consentono di riportare negli Stati Uniti i trofei ottenuti con la caccia ai leoni in Africa. Nonostante il rilascio dei permessi, i leoni rimangono tra le specie salvaguardate dall'Endangered Species Act (ESA), visto che la loro sopravvivenza è minacciata.

È stata Friends of Animals ad ottenere e divulgare queste informazioni.

Il memorandum, pubblicato dal Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti, rimuove i divieti di importazione dei trofei risalenti al 1995. Le nuove regole del Fish and Wildlife Service richiedono il deposito di una richiesta FOIA per vedere i dettagli dei permessi rilasciati dal governo che verranno determinati su base individuale – informazioni, queste, che sono sempre state pubbliche.

In questo caso, la maggior parte dei destinatari di questi permessi è costituita da donatori repubblicani o da persone che fanno parte del Safari Club International, un gruppo che protegge la libertà di caccia.

Le argomentazioni che dividono cacciatori e ambientalisti sono sempre le stesse: mentre i primi sostengono che le loro attività aiutano gli sforzi di conservazione e le economie locali, i sostenitori dei diritti degli animali affermano che uccidere animali, soprattutto con la caccia grossa, non fa altro che mettere in pericolo popolazioni già a rischio.