Assegno di ricollocazione per disoccupati vale fino a 5mila euro. Ecco come richiederlo

La fase di sperimentazione cercherà di coinvolgere 25mila disoccupati

WhatsApp Share

L’assegno di ricollocazione è destinato a coloro che sono senza lavoro e, dopo 4 mesi di indennità di disoccupazione (NASpl), non sono ancora riusciti a trovarne uno. L’ammontare dell’importo varia dai 250 ai 5mila ero e servono ad aiutare il disoccupato nella ricerca di un impiego; vengono corrisposti all’ente che aiuta la persona soltanto se alla fine il disoccupato riesce a trovare lavoro.

Non è automatico averlo, bisogna fare richiesta sul portale Anpal.gov.it o in un Centro per l'Impiego, scegliendo l'Ente a seconda del servizio offerto e delle proprie esigenze.

Al disoccupato verrà assegnato un tutor che lo seguirà nel periodo di ricollocazione.

Gli Enti erogatori riceveranno l'assegno solo nel caso riescano a ricollocare un disoccupato che aveva un contratto a tempo indeterminato (anche di apprendistato), a tempo determinato di almeno 6 mesi (da 3 o 6 mesi in Basilicata, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) o chi abbia avuto un part-time pari almeno al 50%.

La prima fase di sperimentazione dell’assegno coinvolgerà 25mila disoccupati ai quali nei prossimi giorni verranno spedite delle lettere per coinvolgerli nel percorso di ricollocazione.

Per informazioni è possibile chiamare dalle 9 alle 18, dal lunedì al venerdì, il numero verde 800.000.039 o inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

.

VIDEO

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Privacy e Termini di Utilizzo