Pagare Pornhub con una criptovaluta

La più grande azienda del porno online annuncia che accetterà VERGE XVG come pagamento

WhatsApp Share

Fa sicuramente molta notizia il fatto che il più grande editore al mondo di contenuti pornografici, Pornhub abbia appena annunciato di voler accettare la criptovaluta Verge (XVG) come pagamento poiché questo potrebbe prefigurare un futuro in cui industrie di vario genere scelgono una specifica criptovaluta e la legano alla propria azienda. 

A partire da ora, quindi, chiunque può utilizzare Verge per acquistare contenuti o merchandising di Pornhub. Inoltre, anche altre due società di proprietà della Pornhub – ovvero: Mindgeek-Brazzers, una compagnia di produzione pornografica, e Nutaku, un portale di giochi per adulti – accetteranno questa moneta.

Dall'azienda hanno spiegato che hanno esaminato la crittografia per un po' di tempo prima di decidere di aprirsi a questo mercato e, quando hanno preso questa importante decisione, erano consapevoli del fatto che, per ora, l'adozione generale è relativamente bassa.

La decisione di accettare Verge e non una delle più conosciute criptovalute, come Bitcoin o Ether, non è stata presa in maniera superficiale. Secondo un comunicato stampa di Pornhub, mentre la maggior parte delle criptovalute fa molto affidamento sulla crittografia per garantire la sicurezza e l'anonimato, Verge adotta un approccio diverso, appoggiandosi a Tor e a I2P network, che sono reti focalizzate a garantire l'anonimato – una cosa che è molto importante per gli utenti di Pornhub.

Questa scelta ci mostra un tipo di futuro possibile per quanto riguarda le criptovalute: ovvero un futuro in cui le grandi aziende si legano a una moneta unnica, quella che soddisfa meglio il loro mercato specifico. Non sarebbe la prima volta che il porno detta la linea che anche altri settori seguono, è successo molte altre volte, in particolare quando si è trattato di nuove tecnologie.