Telefoneremo in tutta Europa con la nostra tariffa nazionale. Ambasciatori degli stati membri danno l’ok allo stop del roaming

Prosegue l'iter per avere un Europa senza tariffe extra per utilizzare il telefono nei diversi paesi dell'unione

WhatsApp Share

Addio al sovrapprezzo quando usiamo il telefono in un altro paese della Comunità europea. Dal 15 giugno non dovremmo più preoccuparci delle tariffe del roaming.

Il testo dell'accordo sulle tariffe per il roaming all'ingrosso nell'Ue avanza nell’iter di approvazione e incassa il sì degli ambasciatori degli stati membri che oggi hanno dato l'appoggio all'accordo sui tetti per le tariffe 'wholesale', informa il Consiglio.

Ora, come ricorda l’Adnkronos, il testo deve essere sistemato dal punto di vista tecnico ed essere approvato formalmente prima dal Parlamento Eruropeo e poi dal Consiglio.

Secondo l’iter, l’ok del parlamento dovrebbe arrivare in aprile e quello del consiglio in maggio.

Il regolamento adottato verrà poi firmato dalle due istituzioni Ue, cosa che potrebbe accadere nella sessione plenaria di maggio, a Strasburgo. Il testo firmato verrà infine pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Ue ed entrerà in vigore tre giorni dopo.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy