Un ponte sul Canale della Manica

Il Segretario degli esteri Boris Johnson propone un ponte di 35 Km per unire Gran Bretagna e Francia

WhatsApp Share

Forse è a causa della Brexit, forse è un tentativo di unione al continente, forse è solo un'infrastruttura, ma di fatto, secondo il Segretario al Ministero degli Esteri Boris Johnson un ponte di 35 chilometri che attraversa il Canale della Manica potrebbe favorire il trasporto tra il Regno Unito e la Francia. Ha proposto un progetto in merito e ha parlato di questo secondo collegamento tra i due paesi con il presidente della Francia Emmanuel Macron.

Secondo quanto riferito, Johnson avrebbe detto a Macron che è ridicolo che due delle più grandi economie del mondo siano collegate da una sola linea ferroviaria e Macron avrebbe risposto positivamente alla proposta.
Eppure sono in molti a non essere d'accordo. La Camera della Marina Mercantile (ICS) del Regno Unito, per esempio, che rappresenta oltre 180 organismi del settore marittimo, ha twittato in merito a questa proposta dicendo che ci sarebbero molti ostacoli e molte sfide da affrontare se si prendesse davvero questo impegno – la grandezza delle navi per esempio, ma non solo; altri hanno sottolineato che un tale ponte sarebbe incredibilmente costoso.

Un portavoce del Primo Ministro Theresa May ha detto che non ci sono «piani specifici» per quanto riguarda un ponte sulla Manica, che l'entusiasmo seguito da vari tweet dopo l'incontro tra Johnson e Macron è venuto dal fatto che un gruppo di esperti esaminerà insieme tutta una serie di progetti, comprese le infrastrutture, non da un accordo.

Molti architetti e ingegneri hanno detto la loro su varie riviste, per confermare che questa idea, in realtà, non sarebbe così inverosimile, anzi: sarebbe sia fattibile che indicata. Esistono ponti simili, quindi, se si è pronti ad affrontare questa impresa enorme, si potrebbero davvero risolvere le problematiche legate al trasporto navale.