Metalli pesanti e circolazione

L'esposizione al piombo o al mercurio aumenta i livelli di colesterolo nel sangue

WhatsApp Share

Il colesterolo alto è spesso la conseguenza di una dieta ricca di cibi grassi, come il formaggio. Anche se l'alimentazione è responsabile dell'alterazione dei parametri sanguigni, un nuovo studio dimostra che qualcos'altro potrebbe incidere: l'esposizione ai metalli pesanti.

Secondo uno studio condotto dall'American Heart Association, i livelli di LDL, o colesterolo cattivo, diventano più alti man mano che aumentano i livelli di piombo nel sangue.

Hanno scoperto, infatti, che chi ha livelli più alti di piombo nel sangue ha una probabilità maggiore del 56% di avere un indice di colesterolo più alto e una probabilità maggiore del 22% di avere un indice di colesterolo cattivo più alto.

I ricercatori hanno espresso preoccupazione per l'impatto dell'esposizione di metalli pesanti sulle malattie cardiovascolari, sottolineando la necessità di screening regolari. L'esposizione al piombo è già stata collegata a problemi come la cardiopatia coronarica, l'ipertensione e l'indurimento delle arterie.

L'anno scorso, uno studio pubblicato su Lancet, ha collegato l'esposizione continuata al piombo ai 256.000 decessi che ogni anno ci sono negli Stati Uniti a causa di malattie cardiovascolari. La ricerca, che si basava su uno studio osservazionale su 14.300 persone nel corso di quasi 20 anni, ha rivelato che anche bassi livelli di esposizione al piombo - da 1 a 5 microgrammi di piombo per ogni decilitro di sangue - erano sufficienti per aumentare il rischio di morte prematura,

I ricercatori hanno identificato diverse vie d'esposizione, tra cui l'uso di vernici, impianti idraulici e carburanti, oltre all'alimentazione, alle emissioni industriali, alle batterie al piombo e alla contaminazione dai siti di fusione del piombo.

Il nostro suolo è inquinato e la scienza non può fare a meno che pensare a come purificarlo.