Arrivano gli 'alimenti anti spreco': buoni da mangiare e scontati del 30%

Iniziativa contro lo spreco di una nota catena di supermercati in Francia

WhatsApp Share

Arriva nei supermercati francesi Carrefour una idea interessante anti-spreco: i prodotti difettosi, ma solo a livello 'estetico', verranno commercializzati con un particolare marchio per evitare di buttarli. Dal punto di vista nutrizionale saranno buoni come quelli di prima scelta. Il logo è appunto una simpatica mela sdentata. Significa che questi prodotti con difetti formali sono buoni e pronti per essere messi in tavola con uno sconto del 30% rispetto ai prodotti più 'belli'.

Il marchio 'anti-sperco' è una concreta alternativa allo spreco alimentare perché si tratta di prodotti in tutto e per tutto buoni che altrimenti andreabbero buttati.

La presenza sugli scaffali francesi di questi prodotti sarà subordinata alla presenza di 'difetti' di fabbricazione, quindi non si può stimarne con certezza la quantità introdotta sul mercato.

Questa scelta, spiega la catena di supemercati, avrà un effetto anche sul clima dato che il 7% delle emissioni annuali di Co2 dipende dallo spreco di cibo.

Ricordiamo che in europa vengono gettati ogni anno 105 kg di cibo per persona, mentre la media in Africa e Asia è di 8,5 kg.

Ecco le regole per ridurre lo spreco di cibo.