Le specie a rischio di estinzione diventano francobolli per la campagna delle Nazioni Unite

L’Amministrazione postale delle Nazioni Unite (APNU) emette francobolli per richiamare l’attenzione sulla necessità di tutelare le specie minacciate di estinzione in tutto il mondo

WhatsApp Share

Dodici specie animali a rischio estinzioni sono diventate soggetti di una serie di francobolli emessi dall’Amministrazione postale delle Nazioni Unite.

I francobolli sono in tre valute, a ognuna delle quali corrispondono quattro specie. I francobolli da 0,80 euro ritraggono le specie di fauna e flora tur occidentale (Capra caucasica), nautilus (Nautilidae spp,), zenzero africano (Siphonochilus aethiopicus) e geco blu elettrico (Lygodactylus williamsi).

I francobolli da 1,15 dollari raffigurano il geco dai grandi occhi (Paroedura masobe), lo squalo volpe (Alopias spp.), il pesce angelo di Clarion (Holacanthus clarionensis) e lo sclerocactus di Blaine (Sclerocactus blainei).

I francobolli da 1,50 franchi svizzeri, infine, sono dedicati al camaleonte nano (Rhampholeon spp.), al diavolo di mare (Mobula spp.), al baobab di Grandidier (Adansonia grandidieri) e alla rana verde scavatrice (Scaphiophryne marmorata).

Da oltre 20 anni l’Amministrazione postale delle Nazioni Unite (APNU) emette francobolli per richiamare l’attenzione sulla necessità di tutelare le specie minacciate di estinzione in tutto il mondo. L’APNU è orgogliosa di presentare la sua emissione di quest’anno, che comprende numerose specie inserite nelle appendici alla CITES o che hanno cambiato collocazione a seguito della CoP17, la Conferenza sulla protezione delle specie selvatiche, tenutasi a Johannesburg in Sudafrica nel 2016.

Sono 22mila le specie animali a rischio estinzione, mentre alcune sono oramai estinte.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy