Pasquetta ecologica, i consigli di Greenpeace

Cinque regole per una giornata a contatto con la natura rispettando l'ambiente

WhatsApp Share

Pasquetta è la giornata delle gite fuori porta per antonomasia: anche chi non ama particolarmente il contatto con la natura potrebbe facilmente ritrovarsi in un parco, in un prato o a un barbecue all’aperto. Ma come conciliare una giornata all’aperto, spesso accompagnata da un pranzo al sacco o da una grigliata, con il rispetto per l’ambiente?

A dare i consigli per un pic-nic ecologico ci pensa Greenepeace:

1) Scegli frutta e verdura di stagione. Acquista prodotti sfusi, biologici e possibilmente a chilometro zero. Evita quelli confezionati con polistirolo o plastica.

2) Per il tuo picnic usa un bel cestino di vimini. Altrimenti una sporta di tela o una scatola di legno, ma niente buste di plastica. Firma la petizione al ministro dell'Ambiente per salvare il mare dalla plastica: le tartarughe, le balene, i pesci e gli uccelli marini ringraziano.

3) Se porti cibi caldi, usa contenitori in vetro e non in plastica. Quanti vasetti di marmellata hai tenuto da parte "perché magari possono servire"? Preferisci bicchieri e stoviglie riutilizzabili.

4) Avvolgi i panini in tovaglioli di stoffa. Puoi ritagliare delle vecchie stoffe o strofinacci di colori diversi e usarli per impacchettare il cibo. Un bel nodo e via!

5) Scegli un grande prato verde per il tuo picnic. Se non vedi fiori o insetti, preoccupati. Probabilmente sono stati sparsi dei diserbanti, dannosi per l'ambiente e per la tua salute. Firma l'Iniziativa dei cittadini europei per vietare l'erbicida più diffuso al mondo, il glifosato.

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy