Pasquetta ecologica, i consigli di Greenpeace

Cinque regole per una giornata a contatto con la natura rispettando l'ambiente

WhatsApp Share

Pasquetta è la giornata delle gite fuori porta per antonomasia: anche chi non ama particolarmente il contatto con la natura potrebbe facilmente ritrovarsi in un parco, in un prato o a un barbecue all’aperto. Ma come conciliare una giornata all’aperto, spesso accompagnata da un pranzo al sacco o da una grigliata, con il rispetto per l’ambiente?

A dare i consigli per un pic-nic ecologico ci pensa Greenepeace:

1) Scegli frutta e verdura di stagione. Acquista prodotti sfusi, biologici e possibilmente a chilometro zero. Evita quelli confezionati con polistirolo o plastica.

2) Per il tuo picnic usa un bel cestino di vimini. Altrimenti una sporta di tela o una scatola di legno, ma niente buste di plastica. Firma la petizione al ministro dell'Ambiente per salvare il mare dalla plastica: le tartarughe, le balene, i pesci e gli uccelli marini ringraziano.

3) Se porti cibi caldi, usa contenitori in vetro e non in plastica. Quanti vasetti di marmellata hai tenuto da parte "perché magari possono servire"? Preferisci bicchieri e stoviglie riutilizzabili.

4) Avvolgi i panini in tovaglioli di stoffa. Puoi ritagliare delle vecchie stoffe o strofinacci di colori diversi e usarli per impacchettare il cibo. Un bel nodo e via!

5) Scegli un grande prato verde per il tuo picnic. Se non vedi fiori o insetti, preoccupati. Probabilmente sono stati sparsi dei diserbanti, dannosi per l'ambiente e per la tua salute. Firma l'Iniziativa dei cittadini europei per vietare l'erbicida più diffuso al mondo, il glifosato.