Quest'anno il SuperBowl è stato sostenibile

50esima edizione del Superbowl: un campionato all'insegna del risparmio energetico

WhatsApp Share

Un SuperBowl verde che mira a rispettare l'ambiente era qualcosa che non si era mai visto, ma quest'anno la squadra dei San Francisco 49ers e la HNTB Corporation hanno fatto del loro meglio per renderlo possibile, nell'organizzazione dell'evento che occupava i 68.500 posti a sedere del Levi's Stadium. 

Con la produzione di energia solare e un tetto coronato di verde, il Levi's è stato il primo nuovo stadio della National Football League a raggiungere la certificazione LEED Gold: producendo l'energia sufficiente ad alimentare i giorni di gioco, è stato ufficialmente decretato un edificio Net-Zero-Energy (ha prodotto più energia di quella che ha consumato durante l'evento).

I proprietari volevano che fosse lo stadio più tecnologicamente avanzato del mondo, il più verde del mondo, e il più amato dai fan: ambizioni iperboliche, certo, ma che loro hanno cercato davvero di raggiungere.

Il  Levi's Stadium ha un tetto verde di  27.000 piedi quadrati (poco più di 2500 metri quadrati), con piante appartenenti alle specie autoctone della California – che aiutano a creare un ambiente piacevole per i fan, regolano la temperatura e gestiscono il deflusso delle acque piovane. Esso riceve parte del suo potere dai quasi 20.000 piedi quadrati (più di 1800 metri quadrati) di pannelli solari che, in combinazione con le luci a LED, l'illuminazione naturale e un sofisticato sistema energetico intelligente, riducono drasticamente l'impatto ambientale e la produzione di carbonio dello stadio rispetto agli stadi standard.

I progettisti sono stati attenti anche alla provenienza dei materiali: circa il 40 per cento di quelli utilizzati era riciclato ed è stato impiegato parecchio bambù, uno dei materiali più rinnovabili e a più rapida crescita che conosciamo.

Nei giorni in cui non c'è il SuperBowl, quando lo spazio è usato per altri eventi, il consumo di energia dipende dalla quantità di persone ospitate e dalla varietà di ciò che succede: quello che permane è lo stato eccezionalmente eco-sostenibile di questa costruzione.