Sei indiani ricoverati per “troppi selfie”. È un disturbo psichiatrico

Quando l'ossessione per i selfie diventa una turba psichiatrica

WhatsApp Share

Come definire questo nuovo disturbo psichico rilevato in India? Selfite? Sei giovani indiani sono stati ricoverati per gravi disturbi psichiatrici legati all’utilizzo compulsavo dello smartphone. Si tratta di “dipendenza da selfie”.

Lo psichiatra Nand Kumar dell'Aiims ha spiegato che i pazienti "sentivano il bisogno impellente di mettersi in posa davanti allo smartphone" e per questo "avevano sviluppato una patologia conosciuta come 'disordine dismorfico del corpo' (continuo pensiero ad un proprio difetto fisico, ndr.) che li ha portati ad un disordine compulsivo ossessivo".
Il rischio, per coloro che usano in continuazione il cellulare per ritrarsi, è sentirsi depressi e disorientati.

Secondo l'Associazione psicologica americana (Apa), riporta l’Ansa, circa il 60% delle donne che soffrono di questa patologia ossessiva non se ne rendono conto.

C'è un altro pericolo a cui prestare attenzione: tenere lo smartphone in tasca potrebbe influire sulla fertilità maschile.