Da rifiuti a biometano. E il mondiale diventa eco

Il Mondiale di calcio diventa ecologico grazie al riciclo dei rifiuti, che diventano biometano

WhatsApp Share

 

 

Mondiali di calcio eco: i rifiuti organici prodotti a Porto Alegre saranno utilizzati per la produzione di biometano, che servirà per alimentare il camion destinato alla raccolta dei rifiuti. Il progetto è stato realizzato da Sulgàs, l'azienda statale che si occupa della vendita di metano in Brasile, in collaborazione con il Dipartimento municipale di pulizia urbana di Porto Alegre. ‘Il biometano prodotto è utilizzato da un veicolo destinato alla raccolta dei rifiuti, veicolo che è quindi alimentato dall'energia ricavata dai rifiuti stessi’, ha detto Roberto Tejada, Ceo di Sulgàs.

Nell'iniziativa c'è anche un po' d'Italia, visto che il camion per la raccolta dei rifiuti è prodotto da Iveco. ‘Questo innovativo progetto - dichiara Dante Natali, Presidente di Federmetano - testimonia che in tutto il mondo vi è un grande interesse per l'uso come carburante di biometano, sia per motivi ambientali sia per motivi economici. Ad emissioni ridotte, infatti, l'uso di biometano può abbinare un sostanziale risparmio nella spesa per il carburante. Il fatto, poi, che questo progetto sia stato realizzato anche grazie all'apporto della tecnologia italiana - conclude - conferma il ruolo di primo piano che il nostro Paese occupa nel settore dei veicoli a metano, ruolo riconosciuto in tutto il mondo’.

gc