Italia, migliora la raccolta differenziata, ma rimangono grandi differenze all’interno del paese

In un anno abbiamo portato in discarica 25 kg in meno di immondizia

WhatsApp Share

Diminuiscono nel nostro paese i rifiuti conferiti in discarica e contestualmente aumenta la raccolta differenziata. Lo spiegano i nuovi dati diffusi dall’Istat. La spazzatura che finisce in discarica nel 2015 ammontava a 128,7 chili pro-capite, 25 kg in meno rispetto all’anno precedente. 

I risultati migliori li hanno messi a segno la provincia autonoma di Bolzano, la Lombardia e il Friuli Venezia Giulia. La situazione peggiore è stata in Sicilia, con l'oltre 80% dei rifiuti urbani in discarica.

Ecco le dieci regole per fare una raccolta differenziata smart ed efficiente. Separare, ridurre, scartare e dividere, sono le parole chiavi

La raccolta differenziata nel 2015 è salita al 47,5%.
I risultati migliori li hanno messi a segno la provincia autonoma di Trento e il Veneto, dove si supera il 65%. La performance peggiore è della Sicilia: arriva appena al 12,8%.

A livello europeo il nostro paese si colloca poco al di sopra della media sia per rifiuti raccolti che smaltiti in discarica, rispettivamente 474 e 132 chili.