Laser per distruggere l'immondizia spaziale

Un team cinese sta lavorando a un sistema di laser giganti per liberare lo spazio dai detriti

WhatsApp Share

Come se non bastasse il problema dell'immondizia sulla Terra, abbiamo anche il problema dell'immondizia nello spazio. Per questo un gruppo di sei scienziati, in Cina, sta lavorando a una soluzione dal suono davvero fantascientifico: eliminare quella spazzatura orbitante con i laser.

Ovviamente, la prima domanda che viene logico farsi è: potrebbe mai un laser spaziale aiutarci davvero a liberarci di decine di migliaia di detriti in orbita attorno al nostro pianeta senza troppe conseguenze?

I ricercatori della Air Force Engineering University e dell'Institute of China Electronic Equipment System Engineering Company dicono di sì e lo fanno in uno studio pubblicato sulla rivista «Optik».Secondo l'abstract del documento, gli scienziati hanno utilizzato una simulazione numerica per esplorare l'impatto degli elementi orbitali della stazione laser che sarebbe basata sullo spazio: hanno analizzato e proposto modelli, fino ad offrire una base teorica per lo sviluppo di un simile progetto.

L'idea dei laser spaziali non è del tutto nuova, ma recentemente si sta assistendo a una sorta di rinascita nei confronti di possibilità di questo tipo: un laser, infatti, funzionerebbe fornendo un quantitativo di energia ai grossi pezzi di immondizia in modo che essi possano precipitare fuori dall'orbita e bruciarsi nell'atmosfera terrestre.

Un'idea buona, sembrerebbe, eppure non così facile da far accettare: come ci sentiremmo se nello spazio ci fossero enormi laser con la possibilità di distruggere pezzi di cose? E se questa tecnologia venisse usata per scopi militari o di altro genere? Come potremmo accettare la creazione di una simile arma se non siamo sicuri di poterci tutelare da utilizzi sbagliati?
Probabilmente è proprio a causa di queste domande se la gente continua a discutere di questi progetti senza riuscire a trasformarli in oggetti. Chissà se questa volta sarà diverso, per questo gruppo di scienziati. Chissà.