Roma e Napoli a caccia di tesori

Una gara gratuita aperta a tutti, con prove sul tema del riciclo della carta e premi in buoni spesa

WhatsApp Share

22 Marzo 2018

Il 24 e il 25 marzo Roma e Napoli ospiteranno “CARTA AL TESORO” , un avvincente gioco a squadre, gratuito e aperto a tutte le età, organizzato da Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli imballaggi a base Cellulosica.

Si tratta di una caccia al tesoro con domande sul tema del riciclo, utile ad informare sulle potenzialità di carta e cartone e sul ruolo di ciascun cittadino nel rendere efficace il processo di riutilizzo e riciclo.

La gara si svolgerà a Roma la mattina del 24 marzo, con partenza alle 10.00 da due Centri di Raccolta AMA e arrivo al Semenzaio di San Sisto, sede degli uffici dell’Assessorato alla sostenibilità ambientale di Roma Capitale; a Napoli la mattina del 25 marzo, con partenza sempre alle 10.00 in Piazza del Plebiscito e arrivo presso il Centro Raccolta Asia di via Giovanni Antonio Campano, nell’area dedicata alla memoria di Antonio D’Acunto, che accoglie anche un grande parco ecologico per bambini.

In premio, tre buoni spesa Conad per ciascuna città, del valore di 1500, 1000 e 500 euro.

Quello del riciclo della carta è, in Italia, un esempio virtuoso di un sistema produttivo generato dalla cura ambientale. Dal 2001 nel Paese è quasi raddoppiato l’uso di carta da macero nel sistema cartotecnico ed editoriale, pari oggi all’80% della produzione; gli imballaggi sono realizzati per il 90% con materiali riciclati. Nel 2016 la raccolta differenziata ha permesso di raccogliere 3,2 milioni di tonnellate di materiale: ogni italiano mediamente ha avviato al riciclo 53,1 Kg di carta e cartone. Oggi la carta reciclata non viene impiegata solo nel settore cartotecnico, ma anche per la realizzazione di batterie innovative senza alcun impatto ecologico.

La “Carta al Tesoro” fa parte degli appuntamenti del Mese del riciclo di carta e cartone, la campagna nazionale promossa per la prima volta quest’anno da Comieco, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.