Sicilia: troppi rifiuti in discarica. E' maglia nera

Il tasso di raccolta differenziata della Regione Sicilia si attesta al 13,4%: troppi rifiuti finiscono in discarica

WhatsApp Share

 

Il 93% del totale dei rifiuti, in Sicilia, finisce in discarica. Un percentuale molto alta che fa guadagnare alla regione la maglia nera in tema riciclo. Situazione leggermente migliore, invece, in Calabria, dove in discarica finisce il 77% dei rifiuti. Male anche Campania e Lazio, che 'anno ricorso massiccio a impianti di trattamento localizzati in altre Regioni o all'estero'. Tra le migliori città per il riciclo, invece, spiccanoVeneto e Trentino Alto Adige che raggiungono quota 64,6%. A dirlo è il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti rilevando che 'ci sono Regioni in cui il quadro impiantistico è molto carente o del tutto inadeguato'. 

Quello che aiuta l'Italia, è il fatto che tra il 2012 e il 2013 vi è stata 'una diminuzione generalizzata della produzione regionale dei rifiuti urbani; contrazioni più evidenti in Basilicata, Valle d'Aosta, Marche e Abruzzo', ha spiegato il ministro in audizione in Commissione Ambiente alla Camera.

 

La Raccolta differenziata dei rifiuti urbani funziona molto meglio al nord: dietro Veneto e Trentino Alto Adige, ci sono con il 60% Friuli Venezia Giulia (più precisamente 59,1%) e con più del 55% le Marche; tra il 50% e il 55% si collocano Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna. Per le regioni del centro, le percentuali scendono: dal 45,9% dell'Umbria al 42% della Toscana, mentre al 26,1% si attesta il tasso di raccolta differenziata del Lazio. Un'Italia più carente al sud Italia: bene la Campania, la cui percentuale di raccolta differenziata è pari al 44%. Anche l'Abruzzo supera il 40%, mentre al 25,8% e al 22% si attestano Basilicata e Puglia. Inferiori al 15% risultano, infine, i tassi di raccolta della regione Calabria (14,7%) e Sicilia (13,4%).

gc 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy