Sai dove buttare il tuo cellulare? Molto probabilmente pensi che sia giusto buttarlo nel posto sbagliato, da oggi nasce un sito specializzato nell'indicarti dove buttare i nostri preziosi strumenti tecnologici una volta che hanno fatto il loro tempo

 

Parte oggi l’iniziativa promossa da Conai e ministero dell’Ambiente per sensibilizzare i cittadini. Differenziare bene gli imballaggi di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro produce vantaggi per l’ambiente e per le tasche

 

Oltre che abbattere foreste ed usare prodotti nocivi per realizzarli, i pannolini sono accusati di essere dei veri “superinquinanti” a causa della particolare resistenza. Dispersi nell’ambiente impiegano fino a 500 anni per decomporsi

 

Come si fa ad eliminare il consumo di 15 kg a testa di plastica in un anno? Nell'articolo di Antonio Galdo ci sono le istruzioni per l'uso a partire dalle nostre, sbagliate, abitudini. Meno plastica significa meno spazzatura e poi quanto successo sta avendo il sacchetto dell'immondizia?

 

Nasce www.remdiapervoi.it per dare una giusta informazione su come smaltire cellulari ed elettrodomestici. Una serie di servizi per prevenire la nostra pigrizia, non di rado infatti siamo tentati di buttare un vecchio frullatore o un ferro da stiro nella spazzatura. Remediapervoi.it offre così la possibilità di gettare i rifiuti nel posto giusto

 

Una buona notizia: Casoria, comune dell'hinterland napoletano, la raccolta differenziata raggiunge quota 50% grazie alla raccolta porta a porta. Un segnale di grande importanza in un territorio devastato dalla emergenza continua e dalla cattiva amministrazione del ciclo dei rifiuti

 

Il modo di illuminare casa, facendo un passo avanti rispetto alle lampadine a basso consumo, oggi è davvero possibile. Considerando anche il fatto che arrivate a fine ciclo, le nuove lampadine a basso consumo, necessitano di uno smaltimento ad hoc, forse è meglio cominciare a prendere spunto dalle nuove soluzioni a led in commercio.

 

Le vecchie lampadine ad incandescenza sono state rimpiazzate per legge da quelle fluorescenti a basso consumo, nell'ultimo anno ne state vendute oltre 130 milioni. Ma queste una volte esaurite diventano rifiuto speciale, e richiedono una procedura complessa per lo smaltimento

 

Spontaneamente buttiamo lo scontrino fiscale o la ricevuta del bancomat nel contenitore per il riciclo della carta ma non è giusto, perchè la carta dello scontrino è una carta termica che sottoposta ad un certo trattamento crea problemi al riciclo della carta

 

Baruchella, provincia di Rovigo. E’ qui che Carla Poli ha imparato a non gettare i rifiuti. Oggi è una riconosciuta “autorità” del riciclo a livello internazionale e nel suo Centro Riciclo Vedelago, composto da due capannoni industriali, sta dando vita ad un sogno: niente discariche e niente inceneritori

 

Quali sono le regioni d'Italia che producono più rifiuti e quali invece meno. nell'articolo trovi la cartina della 'produzione' di rifiuti. La buona notizia è che produciamo in generale meno rifiuti e sta crescendo la raccolta differenziata. La Campania fa registrare il dato di crescita percentuale maggiore dal 2008

 

Denuncia aperta di Antonio Galdo sul sito www.nonsprecare.it, in pieno centro a Roma discariche a cielo aperto, da Lungotevere Dante all'area di Villa Ada, una delle zone verdi più importanti della città, con 13 discariche abusive. La domanda del giornalista: è possibile che nessuno se ne accorga?

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy