Per disfarsi dei rifiuti ingombranti a Roma e’ possibile rivolgersi ai centri di raccolta mobili, ai 13 centri di raccolta con sede fissa, ai centri di raccolta domenicale o al servizio di raccolta a domicilio

 

 

Kilometro Verde sara’ un centro integrato per il trattamento, recupero e valorizzazione degli scarti industriali e civili non pericolosi

 

Gli oggetti elettronici saranno presto biodegradabili: i cellulari e gli Mp3 si potranno disciogliere in acqua o in liquidi organici

 

La raccolta differenziata dell’umido fa crescere i propri numeri, con oltre 4,2 milioni di tonnellate raccolte nel 2010, ma viaggia a velocita’ diverse tra Nord e Sud

 

Da rifiuto alimenatare a materia plastica, detersivo per il bucato e prodotti per uso quotidiano: gli scarti alimentari si riciclano

 

 

Diminuisce la raccolta di rifiuti urbani e aumenta la raccolta differenziata. Il 33,4% dei rifiuti è destinato al riciclo: +2,7% al Centro, +1,6% al Nord e +1,2% al Sud

 

Cresce la produzione di rifiuti urbani, ma fortunatamente diminuisce il numero destinato alla discarica. A produrre piu’ rifiuti e’ l’Emilia Romagna

 

Roberto Prioreschi risponde alle domande si Ecoseven.net e ci consiglia come ridurre la produzione di rifiuti e quali Paesi l'Italia può prendere come esempio

 

Inaugurato Disitrat, l’impianto che rigenera i rifiuti industriali, per poi riutilizzarli nelle miniere tedesche o nella bonifica e la copertura delle discariche esaurite

 

Prosegue l'intervista di Ecoseven.net con Roberto Prioreschi, partner della multinazionale leader nella consulenza strategica e organizzativa Bain, sul ciclo dei rifiuti. Quali sono le alternative alla discarica in Italia?

 

Poca differenziata, pochi rifiuti trasformati in energia, un ricorso eccessivo alla discarica e poca capacità di immaginare il futuro. Ecco i principali errori dell'Italia in materia di rifiuti secondo Roberto Prioreschi, partner di Bain ed esperto nel settore

 

L'abitudine di gettare una gomma da masticare a terra puo' costare molto cara ai Comuni che devono smaltire i 'chewing gum'