La fortuna di somigliare al proprio padre

Un nuovo studio racconta che i figli cresciuti da madri single crescono più in salute se somigliano ai padri, visto che i padri, riconoscendosi, sono portati a passare più tempo con loro

WhatsApp Share

Rischia di sembrare una tesi davvero bizzarra quella secondo la quale i figli di genitori separati che vengono cresciuti dalle madri hanno un beneficio nella loro salute se hanno la «fortuna» di avere un aspetto simile a quello dei loro padri, eppure è questo quello che hanno spiegato gli scienziati che hanno fatto studi in merito: i bambini che assomigliano ai papà hanno maggiori probabilità di passare tempo con loro, traendo un giovamento che incide positivamente sulla loro salute.

Lo studio, pubblicato sulla rivista «Journal of Health Economics», ha incluso 715 madri single e i loro bambini: i ricercatori hanno scoperto che i neonati che assomigliavano al padre alla nascita risultavano più sani degli altri quando avevano 1 anno – i padri di quei bambini, infatti, trascorrevano in media 2,5 giorni in più al mese con i loro bambini rispetto agli altri padri.
Di fatto, i padri che percepiscono una somiglianza con un bambino con cui non vivono e con cui non hanno un senso quotidiano di famiglia sono più facilitati a sentire che quel figlio sia loro e quindi più invogliati a trascorrere del tempo con lui. E questo comporta dei benefici in termini di salute del bambino poiché, come hanno spiegato i ricercatori in un comunicato stampa, «le visite frequenti del padre consentono un maggiore periodo di genitorialità per l'assistenza, la supervisione e la raccolta di informazioni sulla salute dei bambini e sulle esigenze economiche».

I risultati suggeriscono la necessità di politiche per incoraggiare i padri che non vivono con i propri figli a trascorrere maggiore tempo con loro e la speranza è che già leggendo questo studio i padri in situazioni simili abbiano qualcosa su cui riflettere.