Arriva il freddo, attenti alle passeggiate all’aperto dopo una cena abbondante

Attenti: con il freddo il cuore è più debole

WhatsApp Share

Il gelo e il cuore non vanno d’accordo, l’inverno è un periodo più rischioso di altri. Ad esempio se a basse temperature facciamo sforzi fisici dopo un pasto pesante potrebbero sorgere dei problemi.

Lo spiega all’Adnkronos Francesco Romeo, presidente della Società italiana di cardiologia - che si riunirà a Congresso a Roma dal 16 al 19 dicembre - e direttore della cardiologia del Policlinico Tor Vergata di Roma. Secondo il medico, durante i giorni più freddi "uscire per una passeggiata dopo un pasto abbondante, magari con un peso in mano, come una borsa, in una notte fredda espone al rischio di una crisi anginosa".

È importante prevenire questi malanni: "Per chi è a rischio - prosegue Romeo - è dunque opportuna una valutazione o un controllo dal cardiologo: è importante sapere che possiamo intervenire e trattare malattie coronariche impedendo eventi clinici".

Il nostro corpo ci avvisa quando c'è qualcosa che non va, soprattutto se sta per arrivare un attacco di cuore. Possiamo capire il pericolo di infarto con un mese di anticipo.

E, se vogliamo tenere pulite le nostre arterie, c’è un modo tutto naturale per prevenire l'accumulo di materiali grassi sulle arterie coronarie.

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy