Arrivano le nuove etichette per i cibi senza glutine

Nuove norme per avvisare i consumatori che determinati cibi non contengono glutine

WhatsApp Share

Cambiano le etichette dei cibi senza glutine o 'glute free', detta in inglese. 

Si tratta di tutti quei prodotti come pasta, pizza, pane, biscotti e alimenti per celiaci che dovranno riportare in etichetta la dicitura: 'adatto alle persone intolleranti al glutine' o 'adatto ai celiaci'; diciture che però non potranno venire inserite come singola informazione, ma in presenza della indicazione 'senza glutine' o 'gluten free'.

La celiachia causa infiammazioni intestinali in quanto distrugge la mucosa del tratto di intestino tenue. Si causa per una reazione autoimmune al glutine, la frazione proteica alcol-solubile di alcuni cereali quali grano, orzo, segale.

'Il 20 luglio 2016 il regolamento Ce n.41/2009, che sino a oggi ha disciplinato relativamente alla composizione e all’etichettatura dei prodotti alimentari adatti alle persone intolleranti al glutine, risulta abrogato. Pertanto dal 20 luglio le disposizioni sull’assenza di glutine o il suo contenuto molto ridotto negli alimenti per celiaci verranno mantenute in vigore dal regolamento Ue 828/2014' spiega all'Adnkronos Sabina Rubini, biologa ed esperta in sicurezza degli alimenti Studio Abr.

Prosegue l'esperta: 'La nuova norma introduce, a completamento delle informazioni sull’alimento, diciture quali 'adatto alle persone intolleranti al glutine' oppure 'adatto ai celiaci', in presenza della indicazione 'senza glutine' o 'gluten free'. Questo per una maggiore trasparenza a vantaggio del consumatore, il quale invece potrà distinguere un alimento che sia espressamente prodotto, preparato o lavorato per ridurre il tenore di glutine di uno o più ingredienti", oppure "un prodotto al cui interno siano stati sostituiti gli ingredienti contenenti glutine, con altri che ne sono naturalmente privi, mediante le diciture 'specificamente formulato per celiaci' oppure 'specificamente formulato per persone intolleranti al glutine'.

Esistono anche i cosmetici 'gluten free', ma per i celiaci sono una fregatura.