Combattere asma e psoriasi con prugne e frutti di bosco

Una nuova riscerca fa luce sul ruolo della cianidina

WhatsApp Share

Un sollievo per chi soffre i psoriasi e asma potrebbe arrivare dalla buccia della prugna e dai frutti di bosco perché contengono “cianidina”, una molecola che ha una azione antinfiammatoria. Lo ha dimostrato una ricerca pubblicata da Science Translation Medicine e condotta dalla University School of Medicine a Cleveland basato sull'analisi di oltre 90 mila composti naturali. I ricercatori sono andati a vedere quali composti interagissero con una molecola infiammatoria molto "cattiva", già bersaglio di ben 50 sperimentazioni cliniche con altri farmaci sperimentali, l'interleuchina 17 A.

Come riporta l’Ansa, la cianidina è risultata capace di bloccare l'interazione di questa interleuchina con il suo recettore e così facendo blocca il processo infiammatorio. In studi su topolini la cianidina si è dimostrata capace di curare la psoriasi e anche l'asma grave non curabile con i farmaci glucocorticosteroidi.
Grazie a questa molecola si potrebbero sperimentare nuove terapie più semplici e più economiche delle attuali.