Il concentrato di mirtilli migliora la memoria degli anziani

L'elisir naturale per mantenere il cervello reattivo anche durante la terza età

WhatsApp Share

Dopo i 65 ricordati di bere succo di mirtillo, vi aiuterà a ricordare meglio. Lo spiega una ricerca dell'Università di Exeter, nel Regno Unito. Lo studio è stato condotto su 26 persone sane di età compresa tra 65 e 77 anni. A 12 di loro sono stati somministrati 30 ml di concentrato di succo una volta al giorno (equivalgono a 230g di frutto fresco), mentre 14 hanno ricevuto un placebo.

Lo studio è durato 12 settimane e, prima e dopo i periodo di somministrazione, i partecipanti sono stati sottoposti a test cognitivi; inoltre la loro funzione cerebrale è stata monitorata attraverso una risonanza magnetica.

Le persone che avevano assunto succo di mirtillo hanno dimostrato un deciso aumento di attività cerebrale nelle aree del cervello legate alle prove cognitive e miglior afflusso di sangue al cervello, oltre a un miglioramento della memoria di lavoro.

Ricordiamo che il rischio di demenza senile è ridotto da un consumo di frutta e verdura più alto. Merito in particolare dei flavonoidi, composti abbondanti nelle piante e soprattutto in ortaggi e frutti rossi, viola e arancioni.

Anche il cacao fa bene al cervello e alla memoria.