La nuova (vera) bellezza? E' essere naturali

 

Cala il numero delle persone che ricorrono al bisturi: la bellezza è natuarle

WhatsApp Share

 

 

Niente ritocchi, difetti mascherati ma non cancellati definitivamente. La vera nuova bellezza è essere naturali, a dimostrarlo è il numero sempre più basso di chi ricorre al chirurgo estetico (complice, ovviamente anche la crisi economica). A contribuire alla diminuzione dei ritocchi anche le scelte televisive. Una prova? A condurre il festival di Sanremo non ci saranno donne rifatte.

 

A non piacere più sono i seni rifatti, così come i volti ringiovaniti, stirati, le labbra esagerate e i glutei prominenti. Lo attestano le statistiche appena presentate dalla British association of aesthetic plastic surgeons (Baaps) che segnalano, per l’ultimo anno, un crollo complessivo del ricorso al bisturi del 9%.

 

'A rinunciarci non sono solo le donne', spiegano gli autori della ricerca. 'Dopo il boom dell’ultimo decennio anche gli uomini abbandonano il ricorso al bisturi, forse spinti da nuovi ideali di bellezza mostrati nella moda che ora esibisce ragazzi più naturali, all’apparenza meno cultori del corpo, quasi trasandati e sportivi. Per la prima volta nell’ultimo anno si assiste ad un crollo del 15% anche della clientela maschile'.

 

'Seppure in Italia non ci siano ancora dati statistici sull’andamento dell’ultimo anno i segnali che si colgono ricalcano quelli registrati in Inghilterra', commenta Maurizio Valeriani, Primario di chirurgia plastica all’ospedale San Filippo Neri di Roma.

gc