La pelle soffre lo smog: attenti a rughe, macchie e invecchiamento

La vita in città fa aumentare rughe e macchie sulla pelle

WhatsApp Share

Tra i principali nemici della pelle c'è lo smog: se vivete in città siete più a rischio rughe rispetto a chi vive dove l'aria è più pulita.

E, secondo una ricerca scientifica citata sul 'Science Daily', anche altri problemi cutanei come eczema e orticaria sono imputabili allo smog.

Che lo smog fosse un acerrimo nemico della salute era ben chiaro: negi anni è stato legato a malattie polmonari, malattie cardiache, diabete... Ora emerge anche il suo impatto più 'visibile', dato che riguarda la salute della pelle, come ha dimostrato il team di Jean Krutmann, direttore dell'Istituto di ricerca Leibniz per la medicina ambientale (Germania).

Il traffico crea delle minuscole particelle chiamate particolati, biossido di azoto e sostanze chimiche come gli idrocarburi policiclici aromatici.

'Quello che è chiaro è che i particolati sono un problema per la pelle', dice Krutmann, che con la sua ricerca ha dimostrato che queste molecole aumentano le macchie e le rughe. E tra i nostri nemici possiamo contare anche il biossido d'azoto che facilita l'invecchamento.

La ricerca ha preso in esame la popolazione tedesca e cinese evidenzando che le macchie sulle guance aumentano del 25% all'aumentare di 10 microgrammi di biossido di azoto per metro cubo di aria.
I processi che avvengono nel nostro corpo non sono ancora chiari, secondo Krutman: 'Stiamo iniziando solo ora ad approfondire i meccanismi. Ma molte delle sostanze inquinanti sono in grado di passare facilmente attraverso la pelle e causare una varietà di impatti'.

Per la cura della nostra pelle possiamo anche considerare alcuni cibi: eccone qui sette per avere una pelle elastica.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy