Quando un minuto di esercizio intenso ne vale 45 a ritmo blando

Gli effetti di un minuto di esercizio a tutta, per certi versi, sono uguali a quelli di 45 a ritmo blando

WhatsApp Share

Eterno dilemma dell'esercizio fisico: meglio uno sforzo prolungato a intensità medio-bassa o uno breve ma molto intenso?

I ricercatori canadesi della McMaster University (Hamilton, Ontario), in una ricerca, hanno cercato di dare risposta al quesito selezionando 25 uomini fuori forma e dividendoli in 3 gruppi: il primo, gruppo di controllo, ha continuato a non fare esercizio; il secondo ha condotto un regime di allenamento moderato basato su riscaldamento e 45 minuti di cyclette; il terzo si è dedicato a un allenamento di grande intensità: 3 minuti di riscaldamento su cyclette, 20 secondi di pedalata a tutta, 2 minuti di recupero a velocità bassa, 20 secondi a tutta, altri 2 di recupero, altri 20 secondi a tutta e recupero finale. L'allenamento durava 10 minuti e di questi solo un minuto era effettivamente ad alta intensità.

Lo studio si è protratto per 12 settimane e i gruppi si allenavano 3 volte a settimana.

Alla fine dello studio i ricercatori hanno verificato che entrambi i gruppi avevano incrementato la resistenza del 20% e avevano aumentato anche la capacità del loro corpo di impiegare l’insulina per regolare lo zucchero nel sangue.

Sostanzialmente correre in maniera blanda per 45 minuti equivarrebbe ad andare per un minuto al massimo. Chi ha poco tempo ne sarà felice. 

Ma non possiamo trascurare il valore, anche psicologico, di allenarsi con calma, raggiungere risultati ed evitare stress al nostro fisico.

Per dimagrire e ritrovare la forma fisica potrebbero bastare solo 12 esercizi e 7 minuti al giorno