Cavoli, broccoli, cavoletti: ecco perché è meglio mangiarli crudi

Le crocifere sono verdure eccezionali, ma se cotte perdono alcune delle loro proprietà

WhatsApp Share

Consigliamo sempre di cucinare verdure perché sono alla base di una dieta sana. Tra i vegetali migliori troviamo le crocifere, tutte quelle che hanno le foglie disposte a croce, soprattutto cavoli e broccoli. Purtroppo il calore distrugge alcune loro proprietà. Ad esempio viene messo k.o. l'enzima che trasforma i glucosinati in isotiocianati e questo secondo alcuni studi riduce le proprietà anti cancro  delle crocifere. Infatti uno studio del 2008 condotto al Roswell Park Cancer Institute di Buffalo spiega che consumare crocifere crude riduce il rischio di cancro delle vescica 

Se vogliamo cucinare le crocifere è sempre meglio al vapore, così si evita il contatto con l'acqua e manterranno in misura maggiore le loro benefiche proprietà.

Rucola

Fortunatamente usiamo mangiarla cruda o aggiungerla sui piatti dopo la cottura. È un ottima guarnizione.

Broccoli

Contengono molta vitamina C e sono, tre le crocifere, la pianta più ricca di carotenoidi. 

Cavoletti di Bruxelles

Contengono vitamina C, K, B e B6. Possiamo provarli crudi tagliandoli a tocchetti e condendoli con olio d'oliva, succo di limone, sale, pepe.

Cappuccio

Una porzione di cappuccio contiene il 20% del fabbisogno giornaliero di vitamine C e K. È ottimo se tagliato sottile e condito con sale, olio e aceto.

Cavolfiore

Contiene pochi grassi e pochi carboidrati ed è ricco di fibre e vitamina C. Per provarli crudi possiamo grattugiarli su un'insalata di peperoni rossi, olive e capperi. Condiamo con olio e succo di limone.

Cavolo riccio

Ricco di vitamina C, K, calcio e beta carotene. Possiamo tagliarlo e condirlo con olio di oliva extravergine, limone e pepe.