Cistite: cause, sintomi e trattamenti

Metodi e segnali per riconoscere e affrontare questa infiammazione della nostra vescica

WhatsApp Share

La cistite è una malattia che riguarda il nostro apparato urinario: uretra e vescica, che normalmente sono sterili (ovvero senza microbi), vengono infettate da batteri e si infiammano – principalmente da un batterio chiamato Escherichia coli che fa parte della flora intestinale sana e che si attacca alle pareti della vescica mediante strutture filiformi (detti pili). 

Questa comune infezione delle vie urinarie, benché colpisca persone di tutte le età e di entrambi i sessi, è più comune tra le persone di sesso femminile.

Cause:

 

  • uso del tampone per il ciclo mestruale (porta un lieve rischio che entrino batteri nell'uretra);
  • inserimento di un catetere urinario;
  • utilizzo del diaframma o della crema spermicida come metodi di contraccezione femminile;
  • urina che viene trattenuta per troppo tempo nella vescica;
  • blocco del sistema urinario;
  • sesso frequente e vigoroso e con scarsa lubrificazione degli organi genitali;
  • problemi alla vescica o ai reni;
  • assottigliamento dell'uretra tra le donne in menopausa può aumentare il rischio di infezione;
  • distanza fra uretra e ano (risulta più piccola tra le donne molto colpite da cistiti).

 

Gli esperti affermano che la maggior parte delle donne avrà almeno una cistite durante la vita e che un numero considerevole di donne avrà invece un'incidenza maggiore. In generale, una donna dovrebbe vedere il suo medico di famiglia alla sua prima cistite e se poi dovesse incorrere in tre o più cistiti nel corso di dodici mesi.

Per quanto riguarda gli uomini, la cistite è più grave nel loro caso, perché di solito è causata  da qualche altra condizione di base grave – come ad esempio un'infezione alla prostata, un cancro, un ostacolo, o un ingrossamento – quindi è bene che sia controllata sempre.

Sintomi:

 

  • tracce di sangue nelle urine;
  • urina scura, torbida e con un forte odore;
  • dolore appena sopra l'osso pubico, nella parte bassa della schiena o dolore addominale;
  • scarse quantità di urina nella minzione;
  • frequente bisogno di urinare;
  • sensazione di bruciore durante la minzione.

 

Trattamenti naturali (è sconsigliato utilizzare antibiotici se la cistite non è accompagnata da febbre e se non sono stati prescritti dal medico):

 

  • bere molti liquidi per liberare il sistema dai batteri (il succo di mirtillo è particolarmente consigliato, anche nella prevenzione);
  • utilizzare tisane o preparazione fitoterapiche con foglie e fiori malva, sommità di foglie di uva ursina, barbe di mais, radice di altea, tintura madre di corbezzolo, ma anche erica, calendula, echinacea, pilosella e ortica;
  • non consumare alcol, cibi piccanti, grassi o pieni di zucchero e in generale bevande e alimenti che potrebbero aumentare l'irritazione, come insaccati o succhi di agrumi;
  • Privilegiare il consumo di frutta e verdura;
  • Usare cottura al vapore, al microonde, griglia e pentola a pressione (invece che frittura, e cottura in padella);
  • Astenersi dal sesso, quando si ha l'infezione.

Misure di prevenzione naturali

  • bere almeno due liti di acqua al giorno;
  • fare sempre la pipì prima di andare a dormire e prima di un rapporto sessuale;
  • praticare una buona igiene – soprattutto dopo il sesso – con sapone neutro;
  • non trattenere l'urina e assicurarsi sempre di aver svuotato per bene la vescica;
  • prestare attenzione durante la stipsi (molto spesso è causa di contaminazione del tratto urinario);
  • evitare biancheria intima stretto, e pantaloni stretti; 
  • indossare biancheria intima di cotone;
  • assumere mirtillo rosso;
  • durante i rapporti sessuali usare un lubrificante in assenza di lubrificazione naturale;
  • svuotare la vescica appena possibile dopo il sesso;
  • fare attenzione a come viene inserito e tolto il catetere qualora ci si trovi in degenza.

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy