Bellezza naturale: scegliere i prodotti giusti

Si parla molto di cosmetici naturali, in opposizione ai cosmetici per i quali vengono utilizzate sostanze chimiche. Sempre più donne, attente alla cura del proprio corpo come alla salvaguardia dell’ambiente, preferiscono acquisti "ecosostenibili" anche per la cosmesi.

Il rischio però, come già successo in altri settori, è quello di acquistare prodotti che poi tanto naturali non sono, e che mirano solo a conquistare il consumatore senza poi mantenere gli impegni. Come difendersi? Come sempre un controllo scrupoloso da parte del consumatore può essere la soluzione.

L’Unione Europea ha sancito già da tempo l’obbligo di dichiarare nell’etichetta l’elenco completo degli ingredienti secondo la terminologia INCI: la Nomenclatura Internazionale degli Ingredienti Cosmetici garantisce infatti che siano indicati tutti gli ingredienti che compongono il prodotto, in ordine decrescente di peso. Tutto risolto? Niente affatto, visto che nella maggior parte dei casi i composti chimici non sono indicati in modo chiaro, bensì con nomi difficili da conoscere, pronunciare e memorizzare.

Ecco perchè, quando acquistiamo prodotti cosmetici e di bellezza "naturali", è importante cercare sulla confezione le garanzie rilasciate da enti indipendenti che certifichino che ciò che stiamo acquistando non contenga davvero sostanze chimiche: ICEA (Eco-bio cosmesi), CO.CO.NAT (Cosmesi controllata naturale) e C.C.P.B. (Cosmetici biologici), che sono tra le più importanti, svolgono regolarmente controlli e verifiche, a tutto vantaggio del consumatore e del suo benessere, e con un occhio all’impatto ambientale dei nostri trattamenti di bellezza. (natale accetta)