Capelli bianchi? Dipendono anche dallo stile di vita. Ecco come evitarli

Cosa mettere in tavola per ridare salute e colore ai nostri capelli

WhatsApp Share

Avete presente “L’Urlo” di Edvard Munch?

Questa è spesso la prima terrificante espressione di chi, davanti ad un implacabile specchio, scopre il suo primo capello bianco.

Un’esperienza traumatica che spesso è una delle manifestazioni più visibili di periodi di grande stress psicofisico. È proprio lo stress, infatti, una delle cause che possono far apparire una ciocca bianca sui nostri capelli, indebolirli e renderli più diradati. In questo caso però, se ancora non è giunto il suo tempo biologico, molto spesso tornata la calma dopo la tempesta emotiva la ciocca bianca prenderà il volo per lasciare spazio ad un rinnovato ciuffo di capelli ben pigmentati e folti. 

Per capire perché, quando e come il primo capello bianco farà “capolino” dalla nostra chioma, oltre a porre attenzione a stress e traumi emotivi, uno sguardo ai nostri genitori può essere un’indicazione importante. Sono i proprio i nostri geni,  cioè fattori di carattere ereditario, che spesso determinano l’effetto Munch.  Questo è ancora più evidente nei casi di ragazzi in giovane età che si trovano, loro malgrado, ad avere un aspetto fin troppo adulto. Se poi a tutto ciò uniamo smog, inquinamento e  fumo (sia attivo che passivo) il gioco è presto fatto! A colorare i nostri peli e i nostri capelli, infatti, ci pensa un pigmento chiamato melanina, lo stesso che dà colore e protegge dal sole la nostra pelle.  Il fumo, in particolare, oltre ad invecchiare la pelle uccide letteralmente la melanina.

Recenti studi incentrati sui gemelli hanno dimostrato, però e per fortuna, che i nostri geni dettano solo il 25% della salute e della longevità di una persona. Il restante 75% è determinato da fattori relativi allo stile di vita, dall’alimentazione all’esercizio fisico, all’equilibrio emotivo e relazionale. 

Non si deve quindi disperare perché, come spesso accade, nulla è definito una volta per tutte e noi con il nostro comportamento e le nostre scelte abbiamo il potere cambiare le cose!

Abbiamo, innanzi tutto, un asso nella manica gentilmente offerto dalla natura.  L’effetto che alcuni cibi hanno sul nostro organismo è più forte e importante di quanto non si creda.

Ecco allora che bastano poche ma costanti e sane abitudini alimentari per dare un aiuto sostanziale al colore naturale, volume e forza della nostra chioma.

Partiamo dalla z, come zinco, minerale coinvolto nella formazione della cheratina (una componente fondamentale dei capelli, della pelle e delle unghie) e del collagene. Mangiare cibi ricchi di zinco come  semi di zucca, germe di grano, cioccolato fondente, semi di papavero, lievito di birra ma anche alimenti di origine animale quali Fegato di vitello, agnello e ostriche, permetterà di avere capelli più forti e voluminosi.

Cibi antiossidanti ricchi di clorofilla come ad esempio gli spinaci crudi e tutte le verdure verdi , magari assunti come succo verde concentrato la mattina, sono un vero tocca sana per prevenire e contribuire a curare la canizie. La clorofilla, inoltre, favorisce il processo di ossigenazione del corpo; depura i principali organi di smaltimento come intestino, fegato e sangue; aiuta a purificare il sangue dalle tossine; promuove la crescita e la riparazione dei tessuti e favorisce una pressione sanguigna ottimale.

Il succo puro al 100% di melograno grazie ai suoi enzimi darà poi una sferzata al vostro organismo che sarà capace di produrre più melanina. Ricco di antiossidanti, quali acido ellagico e flavonoidi, il melograno è un frutto ottimo per contrastare le cellule cancerogene e radicali liberi ma anche, assunto come succo per lunghi periodi e costantemente, aiuta a prevenire la formazione delle placche aterosclerotiche nel cuore e contrasta l’ispessimento delle arterie riduce il colesterolo cattivo (LDL) e aumenta quello buono (HDL).

Non a caso proprio il melograno con le sue proprietà, note fin nell’antichità, e con i suoi numerosi semi rosso traslucido brillante, racchiusi in un involucro robusto, ha avuto un valore curativo e simbolico molto forte in culture come quella ebraica, greca, babilonese, araba e cristiana. 

Uova di gallina, possibilmente biologiche, in particolare il tuorlo alla coque contribuiranno a far crescere la chioma più sana e bella.

Frutta secca di stagione, noci, mandorle e nocciole, oltre ad essere un ottimo snack possono rappresentare una buona alternativa al dolce  per chiudere in bellezza i nostri pasti principali e prendersi cura dei nostri capelli.

 

 

.

VIDEO

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Privacy e Termini di Utilizzo