Benessere, sono 20 milioni gli italiani che si regalano un trattamento

Secondo uno studio dell'Eurispes ogni anno circa 20 milioni di italiani si regalano trattamenti di benessere, il comparto registra un giro di affari di 20 miliardi all'anno. L'offerta è molto vasta e riguarda tutte le tasche, almeno questa è la nuova tendenza nell'ultimo anno per non far perdere terreno al settore

WhatsApp Share

Arriva dai centri benessere, dalle Spa e dalle beauty farm la salute, non solo per il benessere del fisico ma anche per lo spirito, liberando il corpo dalle fatiche e dallo stress accumulato nella vita quotidiana. Aumentano a vista d’occhio coloro che scelgono di trascorrere alcuni giorni, da un week end a una settimana intera, all’interno di strutture distribuite su tutto il territorio nazionale in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza, dai massaggi alla sauna, dal fitness ai trattamenti ayurvedici.

Secondo i dati Eurispes del 2010, sarebbero ben 20 milioni gli italiani che ogni anno si affidano ai trattamenti benessere, mettendo in moto un giro di affari che supera abbondantemente i 20 miliardi di euro. Grazie ai pacchetti studiati a hoc, ovvero un conveniente connubio tra Spa e soggiorno in hotel, il wellness diventa un occasione aperta a tutti di dedicarsi al relax, al cibo sano e, perché no, anche al divertimento.

Il paorama è vastissimo. Sono infatti tantissime le imprese del settore presenti in Italia, in particolare al nord dove sono ospitati circa 2500 centri benessere e il 78% del totale, mentre solo le Spa già due anni fa erano riuscite a guadagnare oltre un miliardo di euro grazie ai milioni di turisti provenienti da tutta Europa, affascinati dalla varietà di proposte per tutte le tasche. (fonte: dire donna)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy