Casa alla birra, ecologica ed efficiente

Gli scarti della birra potrebbero essere utilizzati per la costruzioni di mattoni eco ed efficienti

WhatsApp Share

 

La casa del futuro potrebbe essere costruita con mattoni alla birra, in grado di ridurre la CO2 migliorando l’efficienza energetica.  L’idea nasce da una intuizione dei ricercatori del Polytechnic Institute di Tomar, in Portogallo, guidati dal professor Eduardo Ferraz: gli scienziati credono che l’utilizzo degli scarti di lavorazione della bevanda potrebbe consentire di produrre elementi per l’edilizia più ecocompatibili e ad alto rendimento.

I mattoni di birra sfruttano gli scarti a base di malto d’orzo e semola di granturco, senza far ricorso al polistirene, un polimero sì che migliora l’efficienza ma che tanto costa in termini di Co2.

 

Grazie agli scarti della produzione di birra i mattoni hanno una resistenza e resa pari ai blocchi attualmente in uso, ma con una dispersione del calore ridotta del 28%.