Casa: un laboratorio hi-tech per prevenire l'inquinamento indoor

Il Fraunhofer Institute for Building Physics IBP, sta mettendo a punto un laboratorio hi-tech capace di prevenire l'inquinamento indoor delle case di nuova costruzione

WhatsApp Share

Un laboratorio hi-tech capace di prevenire l'inquinamento indoor delle case di nuova costruzione. Stiamo parlando di ‘Indoor Air Test Center’, il primo laboratorio 'anti emissioni' del Fraunhofer Institute for Building Physics IBP.

Il nuovo laboratorio hi-tech, ancora in fase di realizzazione, sarà dotato di un particolare simulatore in grado di valutare la qualità dell’aria interna degli ambienti di casa, individuare le sostanze inquinati, strutturare il giusto ricambio d'aria a seconda delle dimensioni della stanza e del numero degli occupanti, arrivando addirittura ad elaborare potenziali materiali dove le emissioni sono assolutamente minime ed innocue.

Il laboratorio hi-tech del Fraunhofer Institute, sarà inoltre dotato di innumerevoli sensori che andranno a rilevare la qualità dell’aria interna, simulando differenti ‘soluzioni abitative’, per arrivare a creare ambienti praticamente privi di inquinamento indoor, grazie anche all’eliminazione quasi totale dei VOC, i composti organici volatili (come ad es. la formaldeide).

La simulazione di ambienti privi di inquinamento indoor per le case di nuova costruzione, avverrà inoltre grazie alla realizzazione di un apposito software, denominato VEPZO (e messo a punto per l’Indoor Air Test Center), attraverso cui sarà possibile ricreare scenari tridimensionali computerizzati delle singole stanze, prevedendo e correggendo le eventuali problematiche a monte della costruzione, per evitare inutili costi a posteriori e soprattutto, per mettere i costruttori in condizione tale da poter scegliere a monte quale tipo di soluzione adottare in base alle esigenze. Per maggiori informazioni è possibile consultare questo sito.

(ml)