Ice bear: una batteria «di ghiaccio»

Una sistema efficiente per provvede al raffreddamento della casa per 24 ore al giorno, 7 giorni su 7 con un grande risparmio energetico

WhatsApp Share

Il metodo ecologico e conveniente della «batteria di ghiaccio» per il controllo del clima interno alle nostre case è stato inventato più o meno un decennio fa, eppure esiste una società che pensa che sia ancora la risposta più appropriata per il raffreddamento residenziale, a discapito dei sistemi di condizionamento d'aria spesso inefficienti. 

Questa società si chiama Ice Energy – è un'azienda con sede in California – e il suo prodotto si chiama Ice Bear, un'unità di raffreddamento che promette di far risparmiare alla casa e ai proprietari degli immobili un sacco di soldi, mentre fornisce aria fresca affidabile con un minore impatto ambientale rispetto ai sistemi tradizionali di aria condizionata. 

Il sistema è basato su un concetto molto semplice – il ghiaccio è freddo e può rendere fredda anche l'aria – ma il sistema è sofisticato, intelligente e flessibile, per questo riesce a rispondere alle esigenze di un mondo moderno.
L'azienda afferma che Ice Bear determina un risparmio energetico complessivo che arriva fino al 40% semplicemente producendo ghiaccio – un compito a basso consumo energetico – e poi usandolo per raffreddare l'aria della nostra casa. In pratica, Ice Bear riesce ad ottenere quattro ore di aria fredda dal suo ghiaccio con il compressore spento, il che significa che utilizza molta meno energia di un tradizionale condizionatore d'aria.
Il sistema, proprio come una qualsiasi unità di raffreddamento tradizionale, viene installato al di fuori dell'edificio e può sia integrarsi con le tubazioni della casa che utilizzarne di proprie; ha un controllo remoto con capacità di monitoraggio e anche una serie di funzionalità di reporting che permettono ai proprietari di casa di vedere rappresentazioni grafiche del loro consumo di energia.