A 16 anni inventa un materiale contro la siccità

Una sedicenne del Sudafrica inventa un polimero totalmente naturale per combattere la siccità

WhatsApp Share

Nel bel mezzo del peggiore periodo di siccità nella storia del Sudafrica, una studentessa di Johannesburg ha creato un polimero super-assorbente che potrebbe cambiare il modo in cui sono gestite le colture nel suo Paese. Il polimero è stato creato da materiali semplici, riciclati e facilmente reperibili – la buccia d'arancia e la pelle avocado – ed è in grado di immagazzinare acqua per centinaia di volte il suo peso. 

Lei si chiama Kiara Nirghin, ha sedici anni e il suo progetto ha vinto il Community Impact Award for the Middle East and Africa della Google Science Fair.

Considerando che l'unione agricola del Sudafrica sta supplicando il governo per avere i sussidi necessari a gestire questa crisi idrica, un progetto come quello di Kiara potrebbe davvero offrire sollievo: il suo materiale super-assorbente potrebbe essere utilizzato per creare serbatoi che gli agricoltori potrebbero utilizzare per mantenere i loro raccolti a costi minimi.

Kiara Nirghin sapeva che altri polimeri super-assorbenti si basano su catene di polisaccaridi e il suo progetto ha preso il via quando ha saputo che la buccia d'arancia è composta di polisaccaridi al 64%; inoltre essa contiene anche la pectina, che viene usata come agente gelificante in numerose applicazioni. Quando ha combinato la buccia di arancia con l'oleosa buccia di avocado e poi ha lasciato tutto al sole, la miscela ha subìto una reazione chimica e ha formato un composto polimerico.
In qualità di vincitrice del premio della Google Science Fair, a Kiara è stato assegnato un mentore che la seguirà nello sviluppo della sua idea, facendo anche prove sul campo.
Sicuramente sentiremo ancora parlare di lei.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy