Ecoinvenzioni: il primo inchiostro fatto con lo smog

È partita la raccolta fondi su Kickstarter per Air Ink

WhatsApp Share

Questo inchiostro è fatto con lo smog… Del più puro! Deriva proprio da ciò che esce dalla marmitta delle auto.

È un progetto partito nei laboratori del celebre Mit (Massachusetts institute of technology) e ora approdato sulla piattaforma di crowdfunding kickstarter.

Vediamo come funziona: c’è un dispositivo (Kaalink) che si attacca al tubo di scappamento delle auto e raccoglie gli inquinanti in uscita. Il nerofumo raccolto viene quindi trattato per rimuovere metalli pesanti, sostanze cancerogene e creare diversi tipi di inchiostro.

"Mentre gli inchiostri più economici a base di nero di carbonio sono prodotti con la deliberata combustione di combustibili fossili, noi catturiamo il nerofumo già emesso dai veicoli", spiegano gli inventori.

Un tragitto in auto di 45 minuti basta a ricaricare una penna.

Il risultato sono "marcatori e inchiostro serigrafico sicuri, ricaricabili, di alta qualità e resistenti all'acqua", spiegano i ricercatori. Al momento la linea è composta da inchiostro per serigrafia, una penna e pennarelli di varie grandezze, ma ci sono anche prodotti decorati con la fuliggine, dalle scarpe al casco da moto.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy