Ecoinvenzioni: la panchina smart contro l'inquinamento che si pulisce da sola

La panchina intelligente del Politecnico di Milano è stata progettata in modo tale da essere totalmente antibatterica, antinquinamento e autopulente

WhatsApp Share

 

 

Una panchina intelligente antinquinamento che si pulisce da sola. Stiamo parlando della recente soluzione 'green' brevettata da un team di designer ed ingegneri del Politecnico di Milano, in grado di garantire dei 'servizi hi-tech' multifunzionali durante la sosta degli utenti negli spazi pubblici urbani (parchi, aeroporti, piazze etc.).

La nuova panchina intelligente, brevettata da un team di designer ed ingegneri del Politecnico di Milano, è stata progettata in modo tale da essere totalmente antibatterica, antinquinamento, autopulente. E poi ancora: resistente, leggera, visibile al buio e riciclabile. Inoltre la panchina è dotata in particolare di prese elettriche, sistema Wi-Fi e SOS H24, sensori per la pioggia, tecnologie di antifurto e antivandalo.

La panchina smart del Politecnico di Milano, in pratica, è costituita da una speciale struttura realizzata con materiali compositi ed avanzati, 'ispirati' dalla tecnologia aeronautica. La superficie infatti, è in tessuto di fibre di carbonio alluminizzato, il corpo centrale è in puro carbonio a vista, mentre i profili sono trattati con una particolare resina capace di assorbire la luce del sole per restituirla di notte rendendo la panchina visibile e facilmente localizzabile. 

Tutta la copertura, infine, è trattata con biossido di titanio foto-attivo, che rende la panchina antinquinamento, autopulente e antibatterica, semplificando così la manutenzione ordinaria.

Altra peculiarità della panchina smart è la sua sicurezza: in caso di pioggia, infatti, il sedile del 'Polimi' spegne tutte le fonti di corrente e lascia attivo il solo sistema di emergenza, il cui servizio sarà gestito da una centrale operativa H24 con comunicazioni vocali bidirezionali. 

Innumerevoli i servizi che si potranno collegare alla panchina, personalizzabile in base ad esigenze e luoghi. Attualmente, tra i soggetti interessati al brevetto, oltre a diverse amministrazioni pubbliche, spiccano centri commerciali, aziende come Telecom Italia e aree urbane di ultima generazione come Porta Nuova a Milano. Per maggiori informazioni è possibile consultare questo sito.

ml