No ai pesticidi, sì alla luce!

Un'azienda ha sviluppato un metodo che prevede l'uso della luce al posto dei pesticidi per liberare il giardino dalle erbacce

WhatsApp Share

Vista la pericolosità dell'uso dei pesticidi e le controversie che essi scaturiscono, sono molte le aziende che sono alla ricerca di un'alternativa; c'è un'azienda, in particolare, che sta perseguendo una possibilità davvero promettente. Si chiama Global Neighbor e ha sviluppato un dispositivo, NatureZap, che elimina le erbacce sfruttando la luce e il calore.

Si tratta di una specie di bacchetta che spara fuori un fascio di calore e di luce blu che riesce ad «uccidere» tutte le erbacce – secondo le informazioni rilasciata dalla Global Neighbor, la percentuale di non ricrescita dopo l'uso è dal 70 all'80% circa.

Il dispositivo non può fare male né alla fauna né alle persone, funziona con le batterie e ha una autonomia di poco più di mezz'ora prima di dover essere ricaricato. Le erbacce che vengono colpite dalla luce di NatureZap ci metteranno meno di tre giorni a morire.

In questo momento, i test sul dispositivo sono in corso presso la U.S Air Force: c'è stata, infatti, una collaborazione tra i militari e l'azienda produttrice poiché, per una legge che si chiama Sikes Act, i militari devono ridurre l'uso di pesticidi – e questo dispositivo potrebbe permettergli di soddisfare i requisiti richiesti dalla legge.

Lo scienziato che ha presentato la ricerca al meeting annuale della Weed Science Society of America a febbraio, ha detto che NatureZap funziona esattamente come il glifosato sia sulle erbacce che sulle piante con radici più profonde – anche se magari deve essere passato più volte per garantirne l'eliminazione. Se ne dovesse venir confermata l'efficacia, la maggior parte delle sostanze chimiche usate come diserbanti oggi potrebbero essere superate per sempre.
Speriamo, speriamo, speriamo.