La biblioteca delle biomasse che non possiede alcun libro

Bioenergy Feedstock Library. Il futuro dell'energia delle biomasse è una biblioteca dell'Idaho che non possiede nemmeno un libro

WhatsApp Share

La Bioenergy Feedstock Library è una libreria che non contiene libri: al posto della narrativa, i suoi «scaffali» contengono informazioni sulle biomasse – quasi 50.000 voci in un database su questi materiali e più di 35.000 campioni fisici che risiedono in un deposito che si trova presso il Dipartimento di Energia del BFNUF (il Biomass Feedstock National User Facility).

La biblioteca è nata nel 2009, quando un tecnico dell'Idaho National Laboratory, Marnie Cortez, è stato mandato ad organizzare centinaia di scatole di biomasse che riempivano container. I campioni provenivano dagli sforzi che erano stati realizzati per sviluppare nuove tecnologie per trasformare le biomasse grezze in materie prime lavorate che fossero facilmente conservabili, trasportabili e convertibili in energie rinnovabili.
Negli anni successivi, i campioni e il database sono diventati noti come Bioenergy Feedstock Library e Cortez ha ottenuto un nuovo titolo, quello di bibliotecario. Adesso, la libreria ha compiuto un ulteriore balzo in avanti: gli aggiornamenti la stanno trasformando in uno strumento di ricerca e sviluppo globale.
Le sfide tecniche che riguardano questa tecnologia rinnovabile stanno tutte nel modo in cui la materia possibile viene trasformata in realtà energetica: c'è molta variabilità nel contenuto di umidità, nelle caratteristiche chimiche e fisiche, nelle dimensioni delle particelle, ecc – anche di due identiche balle di paglia di mais raccolte dallo stesso campo.
La biblioteca è una vasta fonte di informazioni per i ricercatori che tentano di risolvere tali problemi, per esempio, attraverso lo sviluppo di nuove tecnologie di trasformazione della biomassa o attraverso lo studio di nuovi trattamenti. I ricercatori possono indagare, imparare, diagnosticare, accedere a tutti i dati sui campioni, sia intermedi che finali.
Insomma, come tutte le biblioteche è una grande risorsa per il nostro futuro, nonostante non contenga nemmeno un libro.