Spagna: nel 2013, eolico fonte principale di energia

L’eolico ha rappresentato per la Spagna la principale fonte di energia nel 2013. Le rinnovabili hanno coperto il 49,1% della capacità totale installata sulla penisola

WhatsApp Share

 

La Spagna, nel 2013, ha raggiunto importanti obiettivi energetici. Il settore dell’eolico, secondo il rapporto preliminare della Red Electrica de Espaa (Ree), ha rappresentato la principale fonte di energia elettrica del Paese, battendo perfino il nucleare.

In particolare, i dati mostrano che l’eolico ha coperto il 21,1% della domanda energetica della penisola spagnola, superando, anche se per poco, il nucleare che si è fermato a quota 21%. Nel 2013 le turbine eoliche hanno generato 53.926 GWh di energia elettrica, segnando una crescita del 12% rispetto ai valori del 2012 e tagliando le emissioni di CO2 del 23,1%.

‘Durante il 2013, sono stati superati i massimi storici di produzione di energia eolica’, si legge sul rapporto, secondo quanto riportato da Business Green. ‘A gennaio, febbraio, marzo e novembre l'energia del vento è stata la tecnologia che ha reso il più grande contributo nella produzione totale di energia del Paese’.

 

Grazie al forte potenziamento dell’energia eolica, ma anche ai 140 Mw del solare fotovoltaico e di 300 Mw del solare termico, nel 2013, le rinnovabili hanno coperto il 49,1% della capacità totale installata sulla penisola. I dati preliminari mostrano anche una diminuzione delle fonti più inquinanti rispetto al 2012 pari a -34,2% da impianti a gas a ciclo combinato, -27,3% da impianti a carbone e -8,3% da nucleare.

gc